Fondo pensione, una buona opportunità per ridurre la pressione fiscale e farsi un regalo per il futuro.

“Il più grande dei problemi del mondo poteva essere risolto quando era piccolo”

Lao tsu

Apologia del fondo pensione

Costruire la pensione per la propria vecchiaia

Con l’avvicinarsi della fine dell’anno mi sembra giusto rispolverare il tema Fondo Pensione visto il consistente risparmio fiscale che consente una deduzione fino ad un massimo di 5.164€ a testa….

Dotarsi di un tesoretto per la vecchiaia sarà un tema sempre più importante, visto il continuo ritirarsi dello Stato dall’assistenza sanitaria e previdenziale. Arrivare all’età della pensione senza un cuscinetto che possa assorbire da un lato le minori entrate mensili (si parla mediamente di pensioni al 50% dell’ultimo reddito disponibile), dall’altro le maggiori uscite legate alle spese sanitarie.

Il fondo pensione ovviamente può essere una parte della risposta, affiancato da piani di accumulo (PAC) senza benefici fiscali, ma meno vincolanti dal punto di vista dei riscatti e da risparmio già in essere.

Il vantaggio fiscale

Il vantaggio fiscale gioca un ruolo di non poco conto, specie su chi ha fasce di reddito elevate, negli anni si può arrivare a 50/60 mila euro di tasse risparmiate……. sotto alcuni esempi:

Occorre poi ragionare in termini di lungo periodo, comprando un tot al mese e potendo generalmente contare su orizzonti temporali molto lunghi (grazie Fornero…..) il profilo corretto è quello DINAMICO! Conti alla mano questo è il risultato più probabile per chi investe 300 euro al mese per 42 anni…. Accantona circa 150 mila euro di soldi suoi…. E se ne ritrova oltre 1 MILIONE! Differenza enorme, la differenza che passa tra una vita agiata, ad una di sacrifici. Nessuna stregoneria, si chiama pianificazione.

un caso reale: il mio…

Questa è la mia personale simulazione, partita da qualche anno e per ora in linea:

Ricapitolando il fondo pensione è un must per:

  • Professionisti, imprenditori o dipendenti che vogliono ridurre il carico fiscale
  • Giovani per costruirsi un capitale per il domani
  • Nonni e genitori, per aprirlo a nome dei figli/nipoti e far decorrere per loro già da oggi i termini per anticipazioni e aliquote fiscali più favorevoli (deducendo comunque)
  • Chi è già in pensione, ma non ha ancora compiuto i 67 anni per approfittare dei benefici fiscali.

Ricordiamoci sempre che : “Le grandi opere non si realizzano con la forza, ma con la perseveranza.” Samuel Johnson

Chi vuole partire con la sua pianificazione pensionistica mi contatti ricordando la scadenza di fine anno.

A presto,

F.Favalli